Lo sciopero dei mendicanti

Aminata Sow Fall
traduzione, adattamento e regia di Leonardo Gazzola

Trama

Larve umane onnipresenti e fastidiose, una vera minaccia per i passanti e soprattutto per il turismo: l’ambizioso direttore del Servizio d’Igiene vede nell’eliminazione dei mendicanti un’opportunità di scalata sociale. Costoro, però ritrovatisi relegati fuori porta, entrano in sciopero. Un pretesto per esplorare l’ambiguità di un mondo diviso tra modelli dati per scontati e le irrinunciabili radici della propria coscienza storica e culturale. Il ruolo, dominanti o dominatori, ce lo giochiamo con la fortuna, forse prima ancora di nascere. Arduo dare giudizi o soluzioni: ci possiamo quantomeno sentire un po’ meno diversi.

Con

Marta Aprigliano, Matteo Battagliese, Alessandro Cappa, Raffaele Caravella, Francesco De Marchi, Riccardo Giussani, Martina Grippa, Tommaso Mori, Giovanni Palazzo, Agostino Scotti Camuzzi.

Durata

55 minuti

Debutto

2005

Riprese

2012; 2022

Portato in scena anche da

Francesca Barattini, Remus Calzolari, Camilla Ceschi, Giacomo De Marchi, Simone Di Leo, Davide Grifone, Isabella Marcianò, Chiara Ponte, Giada Sabbarese, Giacomo Telmon; Gabriele Armetta, Carlo Capra, Fabio Merigo, Francesca Favarò, Giorgio Arnaldo Massari, Andrea Migliarese, Daniele Novarina, Sasha Wijeyesekera

Scheda Tecnica

Non disponibile

Altre storie

Mosca. Una tranquilla primavera degli anni 30. Satana si aggira per la città nei panni di un professore di magia nera, divertendosi a seminare il panico; Margherita, consumata...

Siamo in una costosa clinica per malati di mente dove sono rinchiusi tre fisici, ognuno con la propria tara psichiatrica. Chi si crede Newton, chi Einstein e chi vede apparire...

Dove Siamo

Via Lambrate, 11,
20131
Milano MI

Associazione MaiSentiti

@MaiSentiti2021
P.IVA:97238340158

Scarica il nostro Statuto
Privacy & Cookie Policy