Corsi

Provini per entrare nei MaiSentiti 2021-2022

Per la stagione 2021-2022, l’Atelier di Teatro MaiSentiti prevede l’inserimento nei gruppi di lavoro esistenti di nuovi elementi ed eventualmente la creazione di un nuovo gruppo.

Descrizione del corso:

Come funziona

I provini si svolgeranno dal 22 al 26 SETTEMBRE pomeriggio e sera, presso la sede MaiSentita – via Lambrate 11 (Milano).

Il provino è strutturato in due parti:

la prima è uno scambio di informazioni da parte del candidato e da parte nostra. Per capire se vi è convergenza di intenzioni;
la seconda è un breve pezzo performativo a cura del candidato – quello che desidera, come preferisce mostrarsi – può essere un pezzo recitato, una piccola danza, un canto o un mix delle tre cose, è a discrezione assoluta di chi partecipa.
Si tratta di un provino essenzialmente conoscitivo ma certo è apprezzata la cura con la quale il candidato presenta il proprio pezzo.

Informazioni utili

Orari

Tra le informazioni che ci scambieremo ci saranno anche quelle legate ad orari e disponibilità. Vi sono gruppi di lavoro in vari orari pomeridiani e serali. Generalmente il percorso è di due ore alla settimana e va da fine settembre ai primi di giugno circa (dipende dalle disponibilità dei teatri per fare lo spettacolo).

Quote

Sono comprensive di assicurazione e variano dai 400 € ai 700 € – a seconda del periodo in cui si salda; la quota minima è per chi salda entro ottobre.

Per prenotare il provino o per ricevere maggiori informazioni a voce (entro il 20 settembre, ma meglio un po’ prima), mandare un messaggio a info@maisentiti.com, lasciando numero di telefono e verrete ricontattati; oppure contattare direttamente il 338.4425646 per parlare con il direttore artistico. www.maisentiti.com

Prenotazione

Per prenotare il provino o per ricevere maggiori informazioni a voce (entro il 20 settembre, ma meglio un po’ prima), mandare un messaggio a info@maisentiti.com, lasciando numero di telefono e verrete ricontattati; oppure contattare direttamente il 338.4425646 per parlare con il direttore artistico (Leonardo Gazzola)